QUALI MERCATI RESTANO APERTI
QUALI MERCATI RESTANO APERTI

QUALI MERCATI RESTANO APERTI

Carissimi sostenitori del Mercato Contadino Roma e Castelli Romani confermiamo l’apertura di alcuni dei nostri punti di vendita diretta.

Venerdì 13 marzo
CHIUSO: Frascati

Sabato 14 marzo
APERTI: Ariccia, Albano e Pavona
CHIUSI: Eur Infernetto, Roma Capannelle, Marino

Domenica 15 marzo
APERTI: Ariccia e Albano
CHIUSI: Roma Capannelle, Roma Eur Torrino, Grottaferrata

Il DPCM dell’11/03/2020 ha sostanzialmente confermato quanto già disciplinato dai precedenti decreti ed ha anzi fatto maggior chiarezza, ribadendo in maniera inequivocabile che anche all’interno dei mercati possono rimanere aperte le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Questo è stato confermato anche dagli agenti di polizia municipale che in data odierna hanno effettuato dei controlli presso i nostri mercati aperti, confermando la legittimità dell’apertura e verificando il rispetto delle disposizioni d’ordine igienico sanitario da parte dei nostri operatori e responsabili di mercato.

Dunque confermiamo che il Mercato Contadino Roma e Castelli Romani continuerà in alcuni luoghi a svolgere la propria attività nel rispetto delle prescrizioni igienico sanitarie ed organizzative previste dai decreti governativi e dalle ordinanze regionali. In altri Mercati, come quelli di Capannelle, Eur Torrino e Infernetto, questioni logistiche di vario genere ci hanno fatto optare per quella che ritenevamo complessivamente la scelta migliore, vale a dire la chiusura.

Un ultimo pensiero. Ci auguriamo che questi momenti difficili in cui, per difenderci dal virus, siamo costretti a vivere con minor distrazione, diano la possibilità a tutti noi non solo di degustare meglio il buon cibo che contadini e allevatori continueranno a portarci sui banchi dei nostri mercati, ma anche di ripensare le fondamenta su cui stiamo costruendo la nostra folle corsa verso la distruzione. Di ritrovare il sentimento nascosto della solidarietà verso gli altri in un momento in cui una cortina di ferro sembra essere calata sul nostro continente.

Il diritto al buon cibo per cui combattiamo non ci allontana dalle battaglie per gli altri diritti su cui vorremmo fondare la nostra esistenza.